Allestimento “Castrum Vivarii” a Vivaro Romano

Lunedì 4 agosto 2014, in occasione dell’annuale Festa della Madonna, è stato inaugurato il nuovo spazio espositivo realizzato al piano terreno del Castello Borghese a Vivaro Romano (RM). L’allestimento, realizzato dalla cooperativa Matrix 96 in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura grazie al contributo della Provincia di Roma (Bando delle Idee 2012), rappresenta la prima tappa del progetto “Castrum Vivarii” teso a valorizzare la rocca Borghese, di recente restaurata e dotata di un teatro all’aperto, che domina lo sperone roccioso intorno al quale si è sviluppato nel tempo l’abitato.

Il cuore dell’allestimento è una selezione di oggetti d’epoca, testimoni della cultura materiale del luogo a partire dagli inizi del secolo scorso, raccolti e collezionati da Vivaresi che ne hanno voluto fare dono all’Amministrazione Comunale, proprio affinchè potessero essere musealizzati. L’allestimento vuole essere, nelle intenzioni dei suoi curatori, un’esposizione in progress, innescando in paese quel meccanismo di recupero e condivisione di oggetti d’uso comune in un recente passato, magari dimenticati da tempo nel buio delle cantine.

L’esposizione degli oggetti, suggestivamente illuminata, è corredata da un’ampia serie di foto d’epoca e di pannelli dedicati alla storia locale, coronati da una “barra del tempo” in cui i principali momenti della storia di Vivaro Romano sono messi in parallelo con noti eventi della storia europea. Tra i manufatti, spicca una vecchia pressa da fieno restaurata per l’occasione.

Nell’immediato futuro, l’allestimento sarà tenuto aperto dal Comune nelle principali festività del calendario locale e nazionale.

Referenze principali:

Progetto “Castrum Vivarii”/Soggetti proponenti: Comune di Vivaro Romano, Unione Intercomunale MedAniene, Sistema Museale Territoriale.

Ente finanziatore: Provincia di Roma, Bando delle Idee 2012.

Progetto e allestimento: Matrix 96 Soc. Coop. in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Vivaro Romano.

Luci: Luciano Stendardi.

Foto: Archivio Fotografico Benedetto Pafi e Archivio Proloco di Vivaro Romano.

Stampa pannelli: Fabreschi srl (Subiaco, RM)

Collezioni private di oggetti donate da: G. Paolo Falchi, Carlo Mercuri, Pierino Cecchini, Angelo Cerini, Roberto Moglioni, Enrico Peruzzi, Antonio Peruzzi, Famiglia Cinzia Pafi, Romano Solinas.

Si ringraziano inoltre, per la collaborazione nella fase di allestimento delle sale e per la disponibilità: Maurizio Falchi, Antonio Moglioni, Isabella Pafi, Rita Peruzzi e la Falegnameria Marcello Sforza.

1 Commento. Nuovo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu