Missione “Santa Maria de la Antigua del Darién”: una collaborazione oltreoceano

Il progetto “Santa Maria de la Antigua del Darién”, promosso e finanziato dal Ministerio de Cultura de Colombia con il sostegno economico e strutturale dell’Instituto Colombiano de Antropología e Historia (ICANH), nasce nel 2013 su per iniziativa dell’ICANH, come continuazione di un progetto del 2006 dell’Universidad Nacional de Bogotà.

Giunto alla sua terza campagna, il progetto ha molto presto affiancato al primo obiettivo (la creazione di un Parco Archeologico) nuovi scopi di ambito sociale e cooperativo, mediante il progressivo coinvolgimento della comunità locale.

Nel 2014 la cooperativa Matrix 96, che fin dall’inizio collabora con la Direzione Archeologica della missione (Dott. Alberto Sarcina) alla definizione della metodologia di indagine e alla rielaborazione dati e cura i rapporti con gli specialisti italiani che si intende coinvolgere per le prossime fasi di lavoro, ha ottenuto per il progetto il “riconoscimento istituzionale” del Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Introduzione

Nel 1510 gli Spagnoli sbarcano sulle coste sud-occidentali del golfo di Urabá e nel 1514 fondano, nel primo entroterra, Santa Maria de la Antigua del Darién, a tutti gli effetti la prima città sulla Tierra Firme. Nonostante l’evidente importanza storica del sito,  non si conoscevano fino a oggi né la sua precisa ubicazione né tantomeno i suoi limiti, non essendo riuscite in questo scopo le poche ricerche archeologiche sul territorio di cui si ha notizia.

Tra queste si possono annoverare:

-la spedizione di re Leopoldo del Belgio nel 1956, da cui non ci sono pervenute informazioni scientifiche;
-la missione della Universidad Santa Maria de la Antigua di Panama condotta nel 1966;
-le indagini di Graciliano Arcila Velez, durate anni, culminate con la pubblicazione del libro Santa Maria de la Antigua del Darién, pubblicato nel 1986, senza dubbio lo studio più rilevante sul sito;
-il progetto della Università Nazionale di Colombia del 2006-2008, condotto dai dipartimenti di Antropologia e Storia, della Facoltà di Lettere e Filosofia, di cui questo progetto è, in un certo senso, una continuazione.

L’archeologo italiano Alberto Sarcina è impegnato da anni nello studio del sito di Santa Maria de la Antigua del Darién. Il suo impegno si è realizzato, fin dal 2006, sia attraverso un meticoloso lavoro d’archivio, svolto nell’Archivo de Indias di Sevilla, sia attraverso ricognizioni sul terreno in collaborazione con la Universidad Nacional di Bogotà.Nel 2013 l’ICANH, Istituto Colombiano di Antropologia e Storia, lo ha chiamato a dirigere la parte archeologica del progetto, volto alla creazione di un Plan de Manejo Arqueológico (PMA) del sito di Santa Maria de la Antigua del Darién.

Per maggiori dettagli, è possibile scaricare la presentazione in PDF “cliccando” sul bottone sottostante.

[button color=”#ffffff” background=”#6b7f10″ size=”small” src=” http://www.matrix96.it/wp-content/uploads/2015/01/Darien_Presentazione_2_for_video.pdf”]PDF: missione Darién[/button]

 

 

Menu